Photo courtesy of Bobby Doherty

Si parla di lei nella Teagonia, figlia dei titani Pallante e Stige, Nike è la dea della vittoria (atletica, artistica e di scontri bellici).
Viene raffigurata per la prima volta alata dallo sculturo Archermo e da allora viene sempre vista così, le sue ali infatti sono necessarie perché la vittoria è sfuggente e quindi vola veloce.
Ha tre fratelli ai quali è strettamente legata, che sono: Zelos (Ζῆλος > Rivalità) Kratos (Κράτος > Potere) e Bia (Βία > Forza). I quattro sono strettamente uniti, intanto perché storicamente durante la guerra contro i Titani vennero nominati tutti e quattro sentinelle del trono di Zeus; tuttavia sono anche molto legati perché se uno ci riflette Rivalità, Potere e Forza sono le principali caratteristiche che portano alla vittoria, motivo per cui non riescono a vivere in modo totalmente disgiunto.

Nike però è anche molto famosa perché è la BFF di Atena, le due vengono infatti rappresentate spessissimo insieme, sono davvero inseparabili, al punto che è stata addirittura creata una terza figura mitologica che si chiama Nike Atena, che non sarebbe altro che una crasi tra le due, ovviamente meno diffusa ma questo a testimonianza di quanto fosse forte il legame che avevano le dee.

Altra curiosità su Nike è che era una divinità così apprezzata durante l’antica Grecia che era anche la figura maggiormente rappresentata nel dorso delle monete, probabilmente anche come forma di buon auspicio.

Photo courtesy of Arder Error editorials
(Visited 109 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *