Photo courtesy of Elena Koycheva

Si narra che Tiresia fosse uno di quei maschilisti misogini in gioventù e ostentava con una certa fierezza tutto ciò, cosa che di certo non faceva molto piacere alle dee dell’Olimpo, in particolare ad Atena.
Durante una passeggiata in un bosco, infatti, Tiresia si imbatte in due serpenti che stavano copulando e infastidito da quella scena – probabilmente perché scopava poco poro core – prende un bastone e trancia di netto la testa del serpente donna. Istantaneamente Tiresia, per mano di Atena, viene trasformato in una donna e condannato a vivere per 7 anni nel corpo femminile provando tutti i piaceri e i dolori che quotidianamente una donna può provare.

Passati questi lunghi anni Tiresia in una nuova passeggiata nel bosco si imbatte nuovamente in 2 serpenti che copulano, ma questa volta istintivamente uccide immediatamente il serpente maschio e in quell’istante viene ritrasformato in uomo. Tuttavia questa trasformazione non passa inosservata, anzi cattura subito l’attenzione di Zeus che, da qualche tempo, litigava con sua moglie Era e fu così che il re degli dei convocò immediatamente Tiresia nell’Olimpo per risolvere questa discussione. Quest’ultimo giunto al cospetto dei due coniugi si sente chiedere da Zeus:”carissimo, mi confermi che nell’atto amoroso è l’uomo che prova sempre il massimo piacere rispetto alla donna?”
Tiresia, che poretto se stava a cacà sotto dalla paura, supera la vergogna iniziale e decide di dire la verità:”in realtà, nell’atto amoroso, è la donna che prova sempre un piacere 9 volte maggiore rispetto all’uomo”.

Era, a quelle parole, si incazza incommensurabilmente con Tiresia per aver rivelato a Zeus e al mondo intero il grande segreto che da sempre avevano tenuto nascoste le donne e così per punizione fece diventare cieco all’istante er poro Tiresia. Zeus, d’altro canto, dispiaciuto per la reazione della moglie e grato a Tiresia per aver invece detto la verità gli conferì il dono di poter prevedere il futuro e di poter vivere per 7 generazioni e fu così che nacque il più grande indovino della mitologia greca.

Photo courtesy of Elena Koycheva
(Visited 402 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *