Piccola premessa: questa gift guide non l’ho scritta io ma l’ha scritta Maddalena Ramolini (LINK al suo profilo), che è una mia ex collega non solo bravissima nel suo lavoro ma una persona di cui ho sempre avuto molta stima. L’idea di farmi aiutare da lei è nata dal fatto che è il primo anno che mi sono cimentata nelle guide regalo per bambini e lei essendo una mamma che cerca sempre di avere una particolare attenzione verso i suoi piccoli e la loro crescita si è proposta di aiutarmi in questa nuova avventura ed è per questo che oggi ci ha proposto una serie di titoli di libri che si possono regalare ai propri bambini, ma in realtà che sono meravigliosi anche per adulti, perché parlano di argomenti “difficili in modo semplice”, per esempio: disabililtà, stereotipi di genere, lutto, sessualità, femminismo, ansia…

1. Lina l’esploratrice

Un libro che racconta il viaggio meraviglioso della scoperta del nostro corpo, senza tabù e mezzi termini, con serenità e competenza attraverso illustrazioni accattivanti e un breve testo. Vulva e vagina vengono chiamate col loro nome, sono raccontate le loro funzioni, si spiega come prendersene cura al meglio. Per fare felice una bambina, di qualsiasi età. 
LINK

2. Io parlo come fiume

Un meraviglioso albo illustrato, dono ideale per un bambinə che si trova a vivere una problematica riguardante la comunicazione verbale. L’autore, da ex-bambino con balbuzie, racconta con delicatezza e poesia d’immagini e di testo la fatica, la sensazione di non essere capitə e di non riuscire a farsi capire, poi la consapevolezza della propria unicità e di come quello che siamo può diventare un punto di forza. Per chi ama le parole, anche se a volte fa fatica a trovarle. LINK

3. Il piccolo giardiniere

Un albo illustrato che è un vero e proprio schiaffo alla società della performance. In un mondo dove “se vuoi, puoi” e se non riesci “è perché non ti sei impegnato abbastanza”, la storia del piccolo giardiniere che ci prova tanto, tantissimo, ma non ce la fa comunque e allora decide di chiedere aiuto per far rifiorire il proprio giardino, è qualcosa che può insegnare tanto. Ai più piccoli, ma anche ai grandi.  LINK

4. La storia di Giulia che aveva un’ombra da bambino

Per stupire tutti: questo albo è stato pubblicato per la prima volta nel 1975! Ora, più di 40 anni dopo, è disponibile in una nuova edizione che conserva tutta la magia dell’originale. Giulia si piace così com’è, ma tutti le dicono che è un maschiaccio. Un giorno sotto i suoi piedi spunta un’ombra da bambino: che gli altri abbiano ragione, dopotutto? O, forse, definire chi siamo e quello che amiamo fare non è poi così importante? Da regalare a chi ha bisogno di un po’ di coraggio in più per essere se stessə fino in fondo.  LINK

5. Il grande grosso libro delle famiglie

Le famiglie sono tante. Alcune sono composte da tre persone, altre da due o uno soltanto. Più un gatto, magari. Alcune sono ricche e possono andare in vacanza spesso, altre no e passano l’estate nel cortile di casa. C’è chi festeggia il Natale, chi altre feste. L’unica cosa che conta per definire una vera famiglia è che lo sia per te. Tutto il resto, non cambia niente. LINK

6. Gesù bambino venuto dal mare

Cosa succederebbe oggi, se nascesse di nuovo Gesù Bambino? Che però magari stavolta arriva dal mare su una barca, dopo un viaggio lungo e difficile? Sapremmo accoglierlo? Ci faremo trovare pronti? Una fiaba di Natale che racconta in modo delicato ma veritiero la realtà degli sbarchi sulle coste italiane, per ricordarci che la possibilità di mostrarci accoglienti e aiutare chi si trova in difficoltà ci viene, di fatto, data ogni giorno. LINK

7. Mary si veste come le pare

Dedicato alla figura di Mary Walker, che per prima sfidò gli stereotipi di genere scegliendo di indossare un paio di pantaloni in un’epoca in cui alle donne era ancora proibito. Un albo illustrato per raccontare di quanto anche i nostri piccoli atti di ribellione individuali possano contribuire a fare la storia, e di come il “si è sempre fatto così!” sia figlio del patriarcato e da dimenticare il prima possibile. LINK

8. Baby femminista

Un cartonato dedicato ai più piccinə, perché non è mai troppo presto per essere delle baby femministe. Un piccolo cult del genere, con un grande significato, da sfogliare insieme. C’è anche la versione (questa solo in inglese) dedicata ai maschietti: “Feminist Baby! He’s a feminist too!”.  LINK

9. All about diversity

Per chi ha bambinə che leggono in inglese (o legge loro in questa lingua) questo libro è una miniera d’oro per raccontare come la diversità (o meglio, unicità) di ognunə di noi è ciò che arricchisce la vita e noi come persone. Per rispondere a tante domande, farne nascere altre e condividere insieme momenti importanti e indimenticabili.  LINK

10. Grande grande grande

Un libro che racconta in modo delicato ma efficace il bullismo nelle scuole, la sensazione di non appartenenza e il senso di straniamento datoci da un corpo che non riusciamo a riconoscere e che ci sembra occupi troppo spazio. LINK

11. Il buco

Tuttə noi abbiamo perso qualcosa, prima o poi. O qualcuno. Ed è quel buco lì, proprio in mezzo al petto, la cosa più difficile da accettare e da riempire. Un albo speciale, che racconta con parole e immagini adeguate all’età il lutto e la perdita, di come elaborarlo, resistere, uscirne e tornare a sorridere con quel buco pieno di bei ricordi. LINK

12. Micio Gatto al calduccio

Concludiamo con una piccola perla: un albo illustrato che non vuole insegnarci niente, che non ha messaggi da darci, se non forse (se proprio desideriamo vederlo) quello di elogiare un ritmo più lento e la magia nascosta nei dettagli più piccoli. Questo libro è come una coperta calda appoggiata sulle spalle in una sera d’inverno, come la consapevolezza di essere al caldo, al sicuro, protettə. Serenə. Felicə. Mentre fuori scende, lieve, la neve. Per tuttə. LINK
Photo courtesy of PInterest

*I link Amazon di questo articolo sono affiliati

(Visited 4.864 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *